fashionchannel
"Il Gladiatore 2" Credit ph. Web
PEOPLE
30.05.23 - 18:000
Aggiornamento: 19:20

I film in uscita prossimamente: "Il Gladiatore 2"

L’antica Roma regina del grande schermo, come l'abbiamo vista anni fa...

Le rubriche di fashionchannel.ch: “PEOPLE”, curiosità di moda, alimentazione, cultura, travel, wedding, cinema, tendenze e gossip”

LUGANO - Per gli amanti della storia e del cinema, la notizia del sequel di uno dei più grandi successi degli anni 2000, che vede protagonista Russel Crowe nei panni di un temerario gladiatore, è oro per le loro orecchie: si è annunciato, infatti, l’uscita del secondo capitolo di uno dei film più amati di sempre.

Si tratta di “Il Gladiatore”, un successo di fama internazionale, che ha portato un incasso stimato di circa 457 milioni di dollari, secondo solamente a “Mission Impossible 2” nell’anno in cui è stato rilasciato.

Uscì per la prima volta nei cinema di Los Angeles, nel maggio del 2000, e il giorno 19 dello stesso mese fu disponibile in tutte le sale d’Italia: si tratta di un racconto tratto da un romanzo di Daniel Mannox del ’58, che porta sul grande schermo la figura di Massimo Decimo Meridio, un devoto combattente col solo sogno di vendicare quanto di brutto è accaduto alla sua famiglia e devoto al suo imperatore, Marco Aurelio, che  diventa presto conosciuto come il gladiatore più meritevole e forte del Colosseo.

Divenuta celebre la frase d’inizio film “Al mio segnale, scatenate l’inferno!” e riconoscibile a livello mondiale il monologo del protagonista, il comandante Meridio, interpretato da Crowe, che, davanti a tutto il popolo romano, ai piedi del Colosseo, cita:

Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell’esercito del Nord, generale delle legioni Felix, servo leale dell’unico vero imperatore Marco Aurelio. Padre di un figlio assassinato. Marito di una moglie uccisa. E avrò la mia vendetta. In questa vita, o nell’altra”.

È doveroso specificare, a tal proposito, che le riprese più significative del film sono state fatte in Italia: è stata costruita una riproduzione del Colosseo, che è costata agli sceneggiatori diverso tempo e denaro, che è cuore e palco delle scene più belle, mentre la casa dove viveva Massimo con la sua famiglia è situata nel comune di San Quirico d'Orcia, nella campagna della Val d'Orcia in Toscana, dove vi sono state riprese anche battaglie che si possono trovare in altre scene successive del racconto.

Indimenticabile l’emozionante e toccante camminata tra i campi di grano del protagonista, dove, nella clip finale, percorre lento i prati toscani verso la via di casa.

Permettetemi di dire che non si può ricordare quell’incredibile finale senza rammentare del sottofondo: la musica del “il Gladiatore”, dove le tracce son contenute in un album insieme alla più celebre, “Now we are free”, è una delle colonne sonore più importanti degli ultimi anni, insieme a “Titanic”: scritta da Hans Zimmer con Lisa Gerrard, ha conquistato il disco d’oro in Italia e venduto più di 50.000 copie.

Rimanendo in tema nazionale, abbiamo potuto sentire le parole del protagonista recitate dal meraviglioso Luca Ward, doppiatore conosciuto in Italia per aver dato voce, oltre che al famosissimo gladiatore, anche a Keanu Reeves in Matrix (nei panni di Neo), Robert Downey Jr. (come il protagonista investigatore Sherlock Holmes), Pierce Brosnan (come James Bond) e molto altro: già dalla tenera età, mostrò un’innata passione e capacità di recitazione; grazie alla spinta del padre, non dando corda al giudizio altrui, in pochi anni riuscì a farsi spazio in questo mondo, supportandosi con studio continuo.

Un mondo in cui, ad oggi, è sempre più difficile farsi avanti, a causa dei tempi stretti e delle complicazioni tra le varie registrazioni.

Pensate che, riguardo al film, la frase prima citata dei primi atti è stata modificata proprio durante la registrazione del doppiaggio in italiano, dove si è passato da “Al mio segnale, scatenate i cani!” a “Al mio segnale, scatenate l’inferno!”.

Il sequel di questo successo internazionale promette di non deludere le aspettative dei fan del primo film: con un cast fenomenale annunciato da poco tempo, il protagonista di questo secondo capitolo sarà interpretato da Paul Mescal, attore nominato agli Oscar del 2023, che porterà le veci di Lucio, figlio di Augusta Lucilla e nipote di Commodo, ucciso nel primo film da Meridio.

Riguardo al cast, vi è stata per un breve periodo una trattativa, che sembrerebbe essersi conclusa in positivo, per far comparire nel film anche l’attore famoso Denzel Washington, in uno degli altri ruoli principali del sequel. Vedremo comparire anche Barry Keoghan nei panni di un imperatore romano dal nome Geta.

La data prevista di rilascio è il 22 novembre 2024, a quasi 25 anni dal primo.

Delle poche notizie certe su questa nuova uscita, è anche quella della sceneggiatura: difatti il luogo scelto per le nuove riprese è nientemeno che l’isola di Malta, nello specifico a Fort Ricasoli, che inizieranno questa estate e dureranno circa tre mesetti.

Le dicerie su questo sequel sono già in voga dal 2018, dove si prospetta un “Gladiatore 2” che porti lo stesso successo e notorietà del primo: affidandoci alla regia di Ridley Scott, non possiamo fare altro che aspettare che esca nelle sale di tutti i cinema e raccogliere recensioni più dettagliate.

Rimaniamo tutti in attesa dell’arrivo del prossimo novembre, quando, “al mio segnale scatenate (ancora) l’inferno.”

Redazione Cinema - A cura di: JB Production – Sara Cristinelli

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
TOP NEWS People
© 2024 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile